Sono già su strada e ad uno stato di sviluppo praticamente definitivo i muletti della nuova A4. Dopo quasi 4 anni di carriera la berlina media di Ingolstadt sarà sottoposta ad un vistoso facelift. Saranno proposte nuove motorizzazioni e contenuti tecnici “all’avanguardia della tecnica”. Nell’articolo presentiamo le immagini tratte da screenshot dei video di AutoBild:

Saranno sottoposte a restyiling sia la versione sedan a tre volumi che la station wagon Avant, anche nella sua versione Allroad.

La nuova estetica dovrebbe andare a rivoluzionare il frontale con la mascherina single frame simile a quella dell’Audi A6 (più larga e sottile) e disegno dei gruppi ottici che ricorda la nuova Audi A1. Cambia anche il disegno della zona destinata a fendinebbia e prese d’aria con un design che dovrebbe abbracciare la griglia centrale.

Sul retro dovrebbero essere assottigliati i fari che potrebbero anche essere collegati da una griglia cromata o a LED. Per gli interni della nuova saranno introdotti gli ultimi ritrovati in termini di tecnologia. Spazio alla strumentazione digitale Audi Virtual Cockpit di ultima generazione. Strumentazione più ricca anche grazie al doppio schermo touch da circa 9 e da 10,25 pollici.

Non cambieranno le dimensioni esterne. Grosse novità si segnalano invece sotto l’aspetto dei motori. Saranno proposte sempre unità a benzina ed a gasolio, più efficienti. Con il facelift dell’Audi A4 dovrebbe essere rintrodotta anche la versione a metano dotata di 2.0 litri TFSI da 170 CV.

Come unità base a benzina potrebbe debuttare il 1.5 TFSI da 150 CV, poi dovrebbero esserci il 2.0 litri da 200 e da 245 CV. Tutte le motorizzazioni (forse tranne il 1.5 TFSI) dovrebbero essere dotate di tecnologia micro ibrida. Saranno senza dubbio riproposte le versioni di punta S4 con il 3.0 litri da circa 360 CV e la sportivissima RS4. Quest’ultima sarà sempre in versione Avant, difficilmente anche berlina, e potrebbe avere un’ulteriore iniezione di cavalli sino a toccare quota 480 CV.

A gasolio saranno proposte diverse versioni del 2.0 TDI anche queste dotate di tecnologia mild hybrid. Si partirà con la base da circa 125 CV, per poi passare ai 150, 190 e 204 CV. Il 3.0 TDI potrebbe essere portato a 231 CV. Rimarrà all’incirca lo stesso il prezzo d’attacco che dovrebbe essere di 36.500 € per la berlina e di circa 1.600 € in più per la Avant. La trazione sarà come sempre anteriore o integrale Quattro. Il cambio sarà probabilmente solo l’automatico S Tronic. Debutto atteso entro la fine dell’anno.