La nuova Audi Q5, il SUV di taglia media della Casa dei quattro anelli, si rinnova allineandosi con le “sorelle” e soprattutto con la concorrenza. Con questo restyling gli ingegneri hanno lavorato sul veicolo nella sua interezza intervenendo a livello estetico, connettivo ed anche sulle motorizzazioni.

Come cambia il look

Vista da fuori, la nuova Audi Q5 restyling sembra subito più massiccia, difatti risulta più lunga di 19 mm (per una lunghezza totale di 4,68 m) rispetto la precedente e maggiormente ribassata verso il terreno. L’altezza da terra diminuita denota il carattere prevalentemente stradale di questo SUV.

Il look diverso è subito riconoscibile per il nuovo taglio delle luci diurne a Led integrate negli elementi principali (i Matrix Led sono optional) e per il single frame ottagonale ancora più grande. Le prese d’aria risultano più ampie e aggressive, così come le minigonne che si estendono maggiormente. Nel posteriore troviamo i gruppi ottici Oled con effetto tridimensionale opzionali e un nuovo diffusore inferiore. I fari Oled oltre ad offrire una grafica curata e nitida sono personalizzabili con diversi design secondo il proprio gusto. Di seguito una foto ufficiale di come cambiano.

Interni ed infotainment

All’interno dell’abitacolo della nuova Audi Q5, al centro della plancia ed orientato al conducente, spicca l’ampio display MMI touch. L’infotainment si evolve, adottando il nuovo sistema Mib 3 che incrementa di dieci volte la potenza di calcolo rispetto al Mib 2. Il nuovo sistema permette ovviamente anche la connettività con Android e iOS.

Il conducente può scegliere fra tre visualizzazioni e gestisce le opzioni mostrate dal display Full HD da 12,3″ grazie ai comandi del volante multifunzione. L’head-up display, a richiesta, proietta le informazioni direttamente all’interno del campo visivo del conducente.

La radio digitale Dab+ è di serie, mentre l’assistente vocale Amazon Alexa, basato sul cloud, è integrato nel sistema di comando Mmi e consente al conducente di accedere alle molteplici funzionalità.E’ disponibile inoltre l’app myAudi che collega lo smartphone del cliente all’auto. Sei diversi profili utente consentono poi di organizzare e salvare le impostazioni preferite spaziando dalla posizione del sedile alla climatizzazione, dalle destinazioni di navigazione più frequenti ai media preferiti.

Motorizzazioni

Per il debutto Audi ha previsto la sola variante 40 TDI con motore 2.0 litri turbodiesel da 204 CV e 400 Nm, abbinato al sistema Mild-Hybrid Mhev. Il cambio è l’automatico a sette marce S tronic con trazione integrale. I valori preliminari di consumo medio nel ciclo Wltp sono pari a 5,3-5,4 l/100 km e 139-143 g/km. Il sistema Mild-Hybrid si attiva quando il conducente rilascia il pedale dell’acceleratore in un range di velocità compreso tra 55 e 160 km/h, quindi avanza per inerzia (veleggiare) a motore acceso o spento.

Più avanti saranno introdotte anche due varianti meno potenti del 2.0 litri a gasolio, un V6 TDI e due modelli 2.0 turbobenzina, inoltre è confermata la versione TFSI e plug-in hybrid con due livelli di potenza. Quanto riguarda una possibile versione RS non si sa ancora nulla. Tutti i dettagli su allestimenti e dotazioni saranno resi noti al momento dell’uscita del listino italiano. Il prezzo della nuova Audi Q5 d’attacco dovrebbe aggirarsi intorno ai 50.000 €.