E’ stata presentata al Palazzo Re Enzo di Bologna la nuova Ducati Desmosedici 2020, l’arma con cui la Casa di Borgo Panigale cercherà di spodestare dal trono della MotoGP Marc Marquez e la Honda. La stagione 2020 per Ducati sarà all’insegna dell’assalto totale. Dopo tanti podi, tante vittorie, ma nessun titolo mondiale, la parola d’ordine per il team nel prossimo campionato di MotoGP è quella di vincere.

La nuova Ducati Desmosedici 2020 è stata progettata per vincere. Così riferisce Gigi Dall’Igna, direttore generale di Ducati Corse. La soddisfazione dalle sue parole traspare eccome. Merito anche dei nuovi sponsor, primo tra tutti “Mission Win Now” che sembra essere tornato sulla carena della moto come per dare il buon auspicio alla stagione 2020. A guidare la Ducati Desmosedici 2020 nel campionato di MotoGP saranno sempre Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci. Per entrambi il mondiale 2020 dovrà essere quello della svolta.

Desmodovi dovrà lottare per il titolo. Alle sue spalle Danilo Petrucci dovrà lottare per riscattare la seconda metà del 2019 alquanto travagliata. Sulla Ducati Desmosedici 2020 non sono cambiati solo sponsor e colori. Tutto nuovo è il codone, più grande rispetto a prima. La versione definitiva della moto la vedremo comunque solamente durante i prossimi test di Sepang ad inizio febbraio. L’esordio in gara nel mondiale MotoGP 2020 arriverà poi l’8 marzo in Qatar.

Ecco le parole di Claudio Domenicali, Ceo di Ducati Motorsport. “Le corse rappresentano un investimento molto importante per noi, è il cuore della ricerca e dello sviluppo. Crediamo che l’investimento sia un fattore chiave per mantenere la competitività dell’azienda e del Paese in generale. Il valore Ducati è un connubio imprescindibile di ricerca tecnologica, passione, lavoro di squadra, umanità”.

Entrambi i piloti si sono rivelati ambiziosi e soddisfatti, anche se la lotta per il titolo non sarà cosa semplice. Dovizioso smentisce il fatto che sarà una sfida a due, tra lui e Marquez. Molto competitivi sarannno anche Quartaro, Vinales e perchè no l’eterno Valentino Rossi. Insomma il mondiale 2020 di MotoGP si preannuncia entusiasmante e ricco di colpi di scena. Vedremo la Ducati Desmosedici 2020 cosa saprà fare.