Il futuro del grande gruppo automobilistico Stellantis sembra pian piano prendere forma. La novità più eclatante e che andrà a coinvolgere un ampio numero di modelli di punta, (sotto l’aspetto delle vendite) è l’utilizzo della piattaforma francese CMP. Ancora non è certo, ma anche la seconda generazione della Jeep Renegade potrebbe “francesizzarsi”. D’altra parte più auto e modelli saranno progettati su base comune e più sarà possibile suddividere i costi di sviluppo e di fabbricazione.

La crescita di Jeep dal 2014 in poi, proprio grazie all’arrivo della Jeep Renegade ancor oggi a listino, è stata esponenziale. Poi si è aggiunta anche la Compass che ha contribuito al consolidamento del successo del brand nel Vecchio Continente. Di seguito i dati di vendita delle Jeep Renegade e Compass negli ultimi anni. La fonte è il sito Carsalesbase.

Ormai, vista la crescente moda dei suv, Jeep è un punto cardine di FCA e lo sarà sicuramente anche per Stellantis. I modelli di punta per il mercato europeo, Renegade e Compass, vengono fabbricati a Melfi in Italia. Si apre quindi un grande punto di domanda per il futuro del marchio. Quale tecnologia ci sarà sotto?

La nuova Jeep Renegade potrebbe essere stravolta adottando il pianale francese CMP. Quest’ultimo è infatti il più adatto per le vetture di segmento B vista la possibilità di avere anche varianti elettrificate. Le immagini presentate nell’articolo si riferiscono al render pubblicato sul video Youtube di Benedict Darius 7. Non si tratta di foto ufficiali. Di seguito il link al filmato:

La seconda generazione del suv di successo italo americano potrebbe crescere in dimensioni ed andare a sfiorare i 430 cm così come è stato per la Peugeot 2008 (il render parte proprio dal suv francese). Le linee rimarrebbero quelle vincenti e squadrate della generazione attuale, con un incremento di abitabilità a bordo. Crescendo in dimensioni la nuova Jeep Renegade lascerebbe inoltre lo spazio per un nuovo suv d’attacco lungo poco più di 4 metri.

Se sarà basata su tecnologia francese, la nuova Jeep Renegade otterrà anche propulsori d’oltralpe (i PureTech in primis). Ci sarà inoltre la versione full electric. Confermata la presenza della trazione integrale su alcuni allestimenti.

Che ne sarà dei propulsori Firefly? Questo è un grosso dilemma che verrà chiarito entro il 2021. Solo il prossimo anno, infatti, conosceremo concretamente i progetti industriali futuri per i tanti marchi del nuovo mega gruppo Stellantis. Non vi resta che continuare a seguirci.