Attendiamo per inizio 2019 l’arrivo della nuova compatta di Casa . L’auto si chiamerà ancora e la vedremo al Salone di Ginevra 2019. Basata sulla nuova piattaforma CMP della DS3 Crosssback, la nuova Peugeot 208 farà un grosso salto in avanti in termini di dimensioni. La vedremo molto cresciuta rispetto al modello attuale, l’auto dovrebbe avvicinare i 410 cm di lunghezza contro i soli 3,97 metri attuali.

Nell’immagine dell’articolo abbiamo presentato lo screenshot tratto dal seguente video preso da Youtube. Si tratta solo di un rendering, non della versione definitiva. La linea della nuova Peugeot 208 dovrebbe riprendere molti particolari della Peugeot 508 e dei 3008 e 5008. Sulla stessa piattaforma vedremo entro la fine del prossimo anno anche il nuovo crossover Peugeot 2008.

Probabilmente gli appassionati dell’auto e soprattutto i più giovani dovranno dire addio alla versione a 3 porte. La nuova Peugeot 208 dovrebbe essere infatti solo a 5 porte anche nella versione sportiva GTi. La compatta francese dimagrirà in media di una cinquantina di kg e proporrà in un secondo momento (forse ne 2020) anche una versione totalmente elettrica. La gamma comprenderà inizialmente versioni a benzina con l’ormai noto 1.2 litri PureTech nelle versioni da 68, 83, 110 e probabilmente da 130 CV.

Ancora incerto l’arrivo delle versioni a gasolio che potrebbero essere proposte solo inizialmente con il 1.5 BlueHDi da 100 e 120 CV. Attesa per il 2020 la versione elettrica. La nuova Peugeot 208-e dovrebbe avere un pacco batteria agli ioni di litio da 50 kWh a supporto di un motore elettrico da circa 115 CV. L’autonomia dovrebbe attestarsi tra i 350 ed i 400 km. Il modello elettrico avrà un aspetto molto simile rispetto alle versioni standard. Crescerà la capacità di carico, dai 285 litri attuali a circa 315-320 del nuovo modello. Per quanto riguarda la versione GTi, sarà adottato sempre il motore da 1.2 litri probabilmente coadiuvato da una piccola unità elettrica per un totale di circa 215-220 CV di potenza.

Per quanto riguarda la sicurezza, sulla nuova Peugeot 208 ci saranno molti ADAS di serie. L’Active Blind Corner Assist, il Park Assist e l’Active Safety Brake, il Distance Alerte e l’Active Lane Departure Warning saranno certamente proposti di serie. Opzionali (ma senza sovrapprezzo negli allestimenti e nelle versioni più potenti) il Driver Attention Allert (sistema di monitoraggio dell’attenzione del conducente) e l’High Beam Assist (commutazione automatica degli abbaglianti). Sempre non per tutti gli allestimenti ci saranno anche il sistema di lettura dei cartelli stradali ed il cruise control adattivo con funzione di stop.

La nuova Peugeot 208 sarà costruita in Slovacchia a Trnava ed avrà un prezzo d’attacco di circa 15.500 euro; vendite dall’estate 2019. L’auto, nella quale il Marchio francese crede molto, dovrà dare una svolta alle vendite per il segmento B della Casa. Il trend degli ultimi anni deve essere invertito. Si è infatti passati dai 9 milioni della Peugeot 206 ai 4,1 milioni della 207 a solo 1,6 milioni di vendite per l’ultimo modello di 208.