La Leon di quarta generazione potrebbe essere presentata entro la fine del 2019 o al massimo entro i primi mesi del 2020. Arriverà in commercio indicativamente entro l’estate 2020. La segmento C della Casa spagnola del Gruppo Volkswagen crescerà sia in dimensioni che nei contenuti. Ecco le foto della possibile versione definitiva prese dal video della pagina Youtube di Rincon Pratico:

https://youtu.be/6boLl48dd1Q

La nuova sarà proposta come avviene nella versione attuale sia con carrozzeria a due volumi che in versione station wagon. Per entrambe aumenteranno le dimensioni. La due volumi dovrebbe crescere sino a circa 435 cm. La maggior lunghezza porterà benefici sia in termini di spazio interno per i 5 passeggeri che nella capacità di carico, che dovrebbe superare i 400 litri.

La station wagon dovrebbe superare leggermente i 460 cm con un bagagliaio da oltre 600 litri. Le motorizzazioni saranno sia a benzina che a gasolio, con l’arrivo della tecnologia ibrida in un secondo momento. Possibile sin da subito l’arrivo di propulsori micro ibridi.

Il motore d’attacco molto probabilmente sarà il tricilindrico turbo da 1.000 centimetri cubici, dotato di 95 CV di potenza. Per questa versione il prezzo potrebbe essere indicativamente di 20.000 euro (circa 21.500 per la wagon). Poi a salire ci saranno lo stesso 1.0 litri da 116 CV ed il 1.5 TSI da 150 CV. La versione FR potrebbe prevedere il 2.0 litri da 200 CV. Probabilmente il marchio Cupra proporrà più versioni della nuova Seat Leon.

Potrebbero esserci una versione a benzina con circa 310 CV ed una ibrida plug-in accreditata di almeno 250 CV e con un’autonomia in modalità elettrica di circa 60 km, grazie ad un propulsore elettrico da 100 CV e pacco batteria da 13-15 kWh circa. La Seat Leon sarà anche a gasolio. Si partirà con il 1.6 TDI da 115 CV per poi salire al 2.0 TDI con 150 e 190 CV. In forse l’arrivo della versione da 205 CV circa.

Sicuramente ci sarà anche la versione a metano TGI accreditata del 1.5 da 130 CV con una capacità di metano che potrebbe salire a circa 20 kg e serbatoio di benzina con capacità inferiore ai 15 litri. Per quanto riguarda gli interni la strumentazione sarà digitale in tutte le versioni. Ci saranno anche nuove luci a LED sia per i fari di posizione che per gli anabbaglianti.

Il design frontale si dovrebbe ispirare alla nuova Seat Tarraco, con la mascherina esagonale già vista sul grande suv spagnolo. Anche dietro l’aspetto strizzerà l’occhio al neonato suv con fascio a LED che unirà i fanali. I cambi saranno manuali a 5 ed a 6 marce ed automatici DSG a 6 e 7 rapporti. La trazione sarà anteriore, ma molto probabilmente sarà riproposta anche quella integrale sulla nuova Seat Leon Xperience.