Ecco la nuova Suzuki Swace la sorella gemella della Toyota Corolla. Questo sarà il secondo modello nato dalla partnership tra le due Case automobilistiche asiatiche, prima infatti la Across con derivazione RAV4. Questa collaborazione permette a Suzuki di entrare in un segmento nuovo, ovvero quello delle station wagon medie.

Per distinguere la Suzuki dalla Toyota basterà prestare un po’ più di attenzione ad alcuni particolari. Oltre allo scudetto della Casa di Hamamatsu, la Swace si fa infatti notare per il diverso taglio del paraurti e della mascherina anteriore. I gruppi ottici sono identici, così come gli interni. Unica differenza la si può notare nel design del volante, che ricalca gli stilemi tipici del Marchio.

La lunghezza della Suzuki Swace, pari a 465 cm, è identica a quella della Corolla. Analogo pure il generoso bagagliaio, che contiene 596 litri espandibili fino a 1.606 litri a divano abbattuto. 

La vettura sarà proposta in sette verniciature diverse e con cerchi da 16″ e pneumatici 205/55. Altre info sulle configurazioni estetiche non sono state rese note. Il sistema di infotainment completo in tutte le sue funzioni sarà gestibile dal display da 8″ e supporterà la connessione tramite Android Auto e Apple CarPlay del proprio dispositivo mobile. La Swace sarà inoltre dotata di un ricco pacchetto di ADAS alcuni dei quali probabilmente da integrare come optional.

L’elemento chiave è il powertrain full hybrid 1.8 litri che sviluppa in totale 122 CV. Per essere gestito al meglio il propulsore è abbinato al cambio automatico Cvt. La Suzuki non ha fornito ancora i dati completi e ha previsto per ora valori indicativi di emissioni compresi tra 99 a 116 g/km nel ciclo Wltp. Prestazioni anch’esse non specificate ma non fondamentali per chi si orienta su questa tipologia di veicolo. Tuttavia si possono fare delle ipotesi quanto più verosimili, stimando una velocità massima di circa 180 km/h e uno scatto sullo 0-100 km/h coperto in poco più di 10 secondi.

Il prezzo d’attacco della nuova Suzuki Swace potrebbe essere vantaggioso rispetto il modello Toyota, partendo da circa 24.000 € a salire. I primi arrivi ai concessionari italiani sono stimati per la primavera del 2021.