La McLaren Speedtail ha stabilito un nuovo record di velocità massima, con un picco di ben 403 km/h. Non si tratta di un record di velocità assoluto perché come sappiamo quello appartiene ancora alla Bugatti Chiron. Bensì il picco registrato permette alla Speedtail di scalzare dal primo posto la McLaren F1 e diventare dunque la più veloce della Casa inglese. Il record della F1 persisteva sin dal lontano 1998 e segnava sul tachimetro una velocità massima di 391 km/h, che per quel periodo automobilistico era un valore stratosferico. Non che adesso non lo sia, però le varie Bugatti e Koenigsegg ci hanno abituato a superare i 400 km/h con molti dei loro modelli rendendolo quasi un traguardo “normale”.

La McLaren Speedtail monta un V8 biturbo da 4.0 litri, abbinato ad uno schema ibrido in grado di erogare 1.050 CV e 1.150 Nm di coppia. Il motore termico, da solo, sprigiona 760 CV e 800 Nm. La parte elettrica del powertrain si serve della tecnologia presa in prestito dalla Formula E, sfruttando l’unità da 230 kW, alimentata da un pacco batterie ad alta densità con una capacità di 1.647 kWh. Una densità quattro volte superiore a quella impiegata dalla McLaren P1, con 5,2 kW/kg. Nonostante ciò la McLaren Speedtail ferma l’ago della bilancia sui 1.430 kg, grazie all’uso intensivo di materiali ultraleggeri. Il suo elevato rapporto peso/potenza le permette di raggiungere i 300 km/h, da ferma, in soli 12,8 secondi.

Questi numeri le hanno permesso di essere lanciata oltre il muro dei 400 km/h. Location del record è stato il Kennedy Space Center in Florida (USA), dove sono presenti piste di atterraggio e decollo, lunghe 4,82 km. Al volante per compiere l’impresa Kenny Brack (capo delle prove di McLaren). Per ben 30 volte la monoposto stradale di Woking è stata portata da Kenny sopra i 400 km/h con una punta massima di 403 km/h. Di seguito vi lasciamo il video caricato dal canale ufficiale della McLaren su Youtube:

La Speedtail sarà prodotta in soli 106 esemplari ognuna delle quali strettamente personalizzata secondo il gusto dei clienti. il prezzo per mettere le mani su questo pezzo più unico che raro è di quasi 2 milioni di euro.