Immagine concessa da Gaspare Conticelli

In passato il marchio Fiat ha sfornato delle vetture sportive che in molti ci hanno invidiato. Ricordiamo la Fiat Dino, la X1/9, ma anche le più moderne Coupè e Barchetta. L’ultima nata è stata la Fiat 124 Spider che, però, per le vendite poco esaltanti, è rimasta in produzione per pochi anni (poco più di tre per l’esattezza dal 2016 al 2019).

Negli anni il brand torinese ha inoltre lanciato diverse versioni “pepate” delle sue auto di serie. Tanto per fare alcuni esempi ricordiamo le Abarth 595 e 695 (su base 500), le Abarth 850 e 1000 TC su base 600, poi più avanti la 131 Abarth, la Fiat Uno Turbo i.e., la Ritmo 130 TC, etc. Vetture storiche che hanno fatto un’epoca e che in molti ricordano come simboli di un’auto italiana davvero forte.

In questo articolo, dedicato ai nostalgici, vi mostreremo alcuni render di sportive Fiat che ci farebbe piacere diventassero realtà, ma che mai vedremo.

Ecco la riproposizione in chiave moderna della Fiat Dino. Un’auto prodotta a cavallo tra gli anni ’60 e ’70 del secolo scorso, nata per aiutare Ferrari ad ottenere l’omologazione del propulsore Dino nella categoria Formula 2. Il sito tedesco Auto Bild ha rivisitato il modello riproponendolo in chiave moderna. Ci piacerebbe rivedere quest’auto se un domani Ferrari dovesse lanciare un nuovo modello d’attacco basato su un inedito propulsore V6 turbo.

La nuova Fiat Dino potrebbe arrivare con una potenza di oltre 300 CV che la inserirebbe nel folto numero di vetture sportive non estreme oggi in commercio, concorrente ad auto come la Toyota Supra, la Ford Mustang o la Nissan 370Z. Ecco il render:

Altra sportiva di successo che ci piacerebbe riscoprire sarebbe la Coupè. Di lei ne abbiamo già parlato alcune settimane fa proponendo il render del designer Gaspare Conticelli. Ecco nuovamente le immagini di come potrebbe essere riproposta oggi la storica sportiva degli anni ’90.

Immagine concessa da Gaspare Conticelli

Infine la Fiat Tipo. La vettura di segmento C che a breve sarà sottoposta a restyling. Arriverà in commercio la versione Cross, ma purtroppo Fiat non ha in programma alcuna variante sportiva con marchio Abarth. Ci sarebbe piaciuto vedere una Tipo “cattivella”, magari con il 1.3 T4 da 180 CV, capace di superare i 220 km/h. Purtroppo niente da fare

Ancor più utopia sarebbe la Tipo in versione DTM come proposta dal designer Jonathan Machado. La Tipo DTM farebbe girare la testa a molti appassionati:

Ci auguriamo che con la nascita del piano industriale FCA-PSA i brand francesi, in collaborazione con quelli italo-americani propongano almeno una piccola auto ad alte prestazioni, anche elettrica o ibrida (in modo da non sforare i parametri di emissioni di CO2) che ridia vigore all’auto italiana ad alte prestazioni.