La notizia ha dell’incredibile. E’ stato cancellato definitivamente il salone di Ginevra 2020. Il motivo è la paura di diffusione del Coronavirus (COVID19) in una manifestazione così densamente affollata. La notizia lascia di stutto tutti gli addetti al settore automotive e non solo alle prese con i preparativi con quella che è da sempre una delle manifestazioni automobilistiche più importanti sul panorama mondiale.

89 sino ad oggi le edizioni del salone di Ginevra andate in scena. Tante erano le novità attese. Tra le più importanti la nuova Fiat 500 elettrica, la nuova Audi A3, la BMW Serie 4. Nel nostro speciale avevamo indicato tutte le vetture in arrivo. Già da alcuni giorni si era iniziato a parlare sul fatto se era giusto o no cancellare il salone di Ginevra.

La manifestazione si sarebbe dovuta svolgere tra il 3 ed il 15 marzo prossimo. La giornata del 3 marzo era quella dedicata alla stampa, quella del 4 ai Vip. Dal 5 al 15 marzo la convention elvetica sarebbe poi stata aperta al pubblico. Ogni anno in questo periodo giungono nella città svizzera cicrca 1 milione di persone. I visitatori al salone di Ginevra sono ogni anno tra i 500 ed i 650 mila.

La decisione dell’annullamento del salone è stata presa dalle autorità svizzere e riguarda tutte le manifestazioni private con oltre 1.000 partecipanti. Questa regola sarà in atto sino al 15 marzo prossimo. Sarebbe infatti impossibile controllare gli ingressi al palaexpo di Ginevra. Inoltre in un ambiente chiuso e densamente affollato la possibile diffusione del Coronavirus sarebbe altamente facilitata, nonostante gli alti standard igienici previsti per la manifestazione.

Con l’annullamento del salone di Ginevra tutte le case automobilistiche che avevano intenzione di partecipare saranno costrette a modificare la presentazione dei propri modelli. Pulluleranno dunque prossimamente i micro eventi che i singoli brand organizzeranno per lanciare le nuove proposte nel campo delle quattro ruote. Motori.news vi terrà comunque aggiornati.