Home Auto Alfa Romeo Giulietta stop alla produzione, arrivederci o addio?

Alfa Romeo Giulietta stop alla produzione, arrivederci o addio?

Con il prossimo mese di marzo e dunque con la fine del primo trimestre 2020 Alfa Romeo ha annunciato la fine della produzione della sua vettura di segmento C Alfa Romeo Giulietta. Dopo 10 anni di onorata carriera, ben due restyling (2013 e 2016) è arrivato il momento di dire basta al modello che di fatto ha vissuto e tenuto sempre a galla il marchio. L’Alfa Romeo Giulietta è stata una vettura che in tanti hanno amato e continuano ad amare per la linea ancora attuale e per le doti di guida molto soddisfacenti.

Ora l’Alfa Romeo Giulietta andrà in pensione dopo oltre 400 mila esemplari venduti nell’ultimo decennio. Di seguito riportiamo le commercializzazioni della Giulietta in Europa dal 2010 al 2018:

Anno Esemplari venduti
201826.632
201732.700
201641.528
201541.767
201440.941
201345.920
201260.665
201178.911
201033.168

Ora la Giulietta lascerà il posto al suv Alfa Romeo Tonale che vedremo ufficialmente alla fiine del 2020 ed in commercio dall’inizio del 2021. Dal mese di aprile saranno infatti predisposte le nuove linee di montaggio della Tonale la cui produzione partirà dal prossimo autunno. La gamma di Alfa Romeo rimarrà dunque, per i tre trimestri successivi al mese di marzo, solamente con Giulia e Stelvio. Queste due dopo il restyling dell’edizione MY 2020 avranno novità tra il mese di marzo (salone di Ginevra) e giugno 2020, con un aumento di cavalli per le versioni QV e l’arrivo dell’inedita sportiva Giulia GTA.

Nel 2021 ci attendiamo poi oltre alla Tonale, il restyling estetico di Giulia e Stelvio e, per la fine dell’anno, l’arrivo del terzo suv dellla Casa. Un B-suv (chiamato forse Brennero) che poi sarà commmercializzato nel 2022, basato sulla piattaforma CMP di PSA, e proposto anche in versione elettrica.

E che dire dell’Alfa Romeo Giulietta? La rivedremo ancora o quelli di marzo 2020 saranno gli ultimi esemplari in definitiva? Ad oggi non c’è certezza sul futuro di Alfa Romeo a partire dal 2022. Per queste informazioni dovremo aspettare la concretizzazione del piano industriale nato dall’alleanza tra FCA e PSA. Questo processo richiederà almeno 12-14 mesi.

Il segmento C verrà occupato dall’Alfa Romeo Tonale. Quello che è certo è che se Alfa Romeo vorrà crescere dovrà pensare ad una nuova berlina di segmento C per sostituire la Giulietta. Pensate cosa sarebbe il marchio Peugeot senza la 308, o Ford senza la Focus o ancora Volkswagen senza la Golf.

Insomma visto che anche tra i marchi del nuovo gruppo automobilistico ci sono vetture di segmento C “insostituibili” probabilmente da queste potrebbe nascere una nuova Alfa Romeo Giulietta in modo da ridare immagine ed impeto dele vendite alla Casa del Biscione. Certo è che, se una nuova Giulietta ci sarà, l’arrivo non sarà prima di fine 2023.