Il marchio Fiat ha deciso di rinnovare la gamma della Fiat 500X introducendo la versione Sport. Versione che sarà presente anche sulla Fiat 500L (anche se senza nuove motorizzazioni) e che è già stata introdotta sulla Fiat Tipo. La Fiat 500X in allestimento Sport  sarà disponibile già nelle prossime settimane con il seguente listino prezzi:

BENZINA

1.0 T3 GSE 120 CV: 24.500 €
1.3 T4 GSE 150 CV DDCT: 27.000 €

GASOLIO

1.3 Multjet 95 CV: 25.500 €
1.6 Multijet 120 CV: 27.250 €
1.6 Multijet 120 CV DDCT: 28.750 €

La gamma Sport prevede (sulla 500X), oltre ai cerchi in lega da 18 pollici (opzionali da 19” con pneumatici da 225/40), assetto ribassato di 13 mm con ammortizzatori Frequency Selective Damping (FSD) e fanali Full LED. Poi ancora il Traffic Sign Recognition con Speed Advisor, il Lane Assist, l’infotainment Uconnect compatibile con Apple CarPlay e Adroid Auto, il climatizzatore automatico, i sensori di parcheggio posteriori e il freno a mano elettrico. Le prestazioni della Fiat 500X dotata di 1.3 T4 con 150 CV e 270 Nm di coppia sono di 200 km/h di velocità massima e 9,1 secondi per lo scatto da 0 a 100.

Ci lascia un po’ perplessi il fatto che in Fiat non abbiano voluto introdurre il 1.3 T4 da 180 CV. Questo propulsore è già presente nella gamma della Jeep Renegade. Entrambi questi modelli sono costruiti a Melfi e sulla stessa piattaforma. Con questa scelta Fiat ci è sembrata relegata a ruolo di Cenerentola rispecchio al marchio americano. Pare ormai che in FCA ormai puntino di più su Jeep che sulla Casa torinese. Lo testimonia anche il fatto che l’ibrido è stato presentato a Ginevra su Jeep e non su Fiat.

Ma a preoccuparci ancor di più è l’assenza di rinnovamenti previsti per Abarth. Introducendo la fiat 500X Sport, ci aspettavamo almeno un contentino anche per il marchio dello Scorpione. Una Abarth 500X sarebbe ben voluta da molti. Invece nulla, gli investimenti a riguardo a quanto pare sarebbero troppo onerosi e con scarsi profitti. Un’opportunità lasciata andare secondo noi, visto quanto successo riscuotono al momento i suv, specie se con alte prestazioni.

Peccato, però, che oltre a perdere questa occasione, a breve Abarth perderà ancora pezzi. E’ stato infatti confermato che la Fiat 124 e quindi la sua versione di punta Abarth, non avranno eredi. Si concluderà nel 2020 la partnership con Mazda. A questo punto non ci resta che sperare che, con il lancio della nuova Fiat 500 elettrica nel 2020, arrivi una pari versione (più potente) Abarth. Un colpo al cuore per molti fans vedere una sportiva che non fa rumore, abituati al sound dello scarico Monza!!

Insomma Abarth festeggia quest’anno i suoi 70 anni, ma non gode di ottima salute. Ed il futuro sembra essere piuttosto incerto. Riuscirà a resistere con la sola Abarth 500 il glorioso Scorpione da corsa?