Dopo un 2019 che molto probabilmente sarà chiuso con le vendite in forte calo per Fiat, il 2020 si annuncia l’anno della svolta. Entro la fine dell’anno in corso è atteso l’arrivo delle due versioni ibride ricaricabili della Fiat 500X di cui abbiamo già ampiamente parlato. Poi si procederà a lanciare, una ogni 4-5 mesi, le importanti novità che andranno a rimodernare la gamma Fiat tra la fine del 2019 e la fine del 2020.

L’annuncio ufficiale della Fiat 500X MY2020, con le versioni ibride plug-in sarà fatto entro il prossimo mese di ottobre. Entro la fine dell’anno poi dovrebbe debuttare il restyling della Fiat Panda con il motore Firefly da 72 CV anche nella versione micro ibrida con sistema da 12 V. Questa sarà la prima piccola rivoluzione di Fiat: abbandonare il Fire 1.2 per un nuovo e piccolo gioiellino più leggero ed efficiente.

Miglioreranno le prestazioni ed i consumi, sia nella versione totalmente a benzina che, a maggior ragione, in quella micro ibrida. La Fiat Panda riceverà anche un aggiornamento nel sistema multimediale Uconnect con schermo touch da 7 pollici. Potrebbero anche essere introdotti alcuni dispositivi di sicurezza non presenti oggi.

Purtroppo entro la fine dell’anno usciranno dal listino Fiat ben due modelli. Stiamo parlando del pick-up Fullback, a causa del mancato aggiornamento della motorizzazione ella norma anti inquinamento Euro6d-temp. Inoltre non vedremo più la Fiat Tipo a 4 porte. Quest’ultima ritenuta poco appetibile per il nostro mercato. Ricordiamo che la Tipo sedan a 4 porte è stata la prima versione della vettura. Lanciata da noi con questa carrozzeria, poichè derivante dalla Fiat Aegea, costruita per i mercati emergenti, dove le tre volumi di piccole dimensioni riscuotono enorme successo.

La Fiat 124 è, invece, destinata a scomparire nel 2020 poichè non è stato prolungata la partnership con Mazda. Nel 2021 arriverà la nuova baby sportiva giapponese, ma senza (salvo svolte del prossimo anno) una pari vettura FCA. Quindi entro il prossimo anno assisteremo alla fine della carriera anche della versione Abarth 124.

Modelli che vanno, ma anche modelli che arriveranno. Il 2020 sarà l’anno della svolta elettrica. Come abbiamo già detto in un nostro precedente articolo l’anno prossimo al salone di Ginevra sarà svelata la nuova Fiat 500 elettrica. Si tratterà di un modello innovativo, più grande della versione attuale e che potrebbe dar vita al brand interno 500. Nel corso degli anni saranno disponibili infatti tre varianti di carrozzeria.

L’auto, disponibile solo a batterie, avrà un prezzo d’attacco sui 27-28 mila euro ed autonomie che andranno da circa 300 ad oltre 400 km in base al pacco batterie scelto. La nuova 500 sarà una prestigiosa citycar dall’aspetto elegante e dai contenuti premium, sia sotto l’aspetto della sicurezza che sotto quello dell’infotainment. L’auto sarà costruita in Italia a Mirafiori e sarà altamente personalizzabile.

Ma le novità previste per il 2020 non finiscono qui. Ad aprile sarà presentata la Fiat Tipo restyling che arriverà in Italia entro la fine del prossimo anno. L’anteprima sarà al salone di Istanbul. Ci aspettiamo l’arrivo dei propulsori Firefly a benzina e l’introduzione della tecnologia micro ibrida. Inoltre sulla Tipo restyling saranno disponibili nuovi dispositivi di sicurezza, fari a LED e sarà introdotto l’ultimo aggiornamento del sistema multimediale Uconnect. Il tutto mantenendo un prezzo inferiore alle concorrenti.

La Fiat Tipo rimarrà poi in produzione fino al 2024 e potrebbe essere prodotta anche in un’inedita versione suv negli stabilimenti serbi di Kragujevac.. Nel 2021 è attesa poi la seconda vettura totalmente elettrica. Stiamo parlando della Fiat Centoventi che dovrebbe diventare un modello a sé stante, solo a batterie e con un prezzo d’attacco inferiore alla 500e. L’auto inoltre si collocherà nel segmento B come possibile sostituta della Punto.