Come ha detto alcuni mesi fa Mike Manley, Amministratore Delegato di FCA, l’alleanza tra FCA e PSA punterà a rivalutare l’importanza storica dei vari brand del gruppo. Chi mai più di Lancia potrebbe riproporre vetture di successo del passato in chiave moderna. Oltretutto proprio Lancia, vista la scarsità di modelli attualmente in gamma (solo la Ypsilon), per rinascere potrebbe rispolverare i miti del passato con un design e con la tecnologia del momento. Vediamo quali sarebbero le vetture Lancia più attese e desiderate se riproposte come modello di serie.

LA NUOVA DELTA

La nascita di una nuova Lancia Delta non è un’idea da scartare del tutto. Il progetto Evoluzione GT ha suscitato in tanti appassionati del brand il desiderio di veder nuovamente a listino una media di segmento C ispirata alla vettura plurivincitrice del mondiale di rally a cavallo tra gli anni ’80 e ’90 del secolo scorso. L’idea di una rinascita della Delta potrebbe prendere piede non prima del 2023. Tutto dipenderà ovviamente dai piani industriali che scaturiranno dall’alleanza tra FCA e PSA. Nel caso in cui la nuova Ypsilon in arrivo nel 2022 ed il successivo B-suv (Musa?) riescano a far ridecollare il marchio, un’auto di segmento C sarebbe papabile. La tecnologia, la piattaforma ed i motori ci sono, basta la volontà.

RIDATECI LE SPORTIVE LANCIA!!

Il passato del marchio torinese è fortemente legato al mondo dei rally. Oltre alla Delta ci sono almeno tre modelli che hanno fatto storia nelle corse su sterrato. Stiamo parlando della Lancia Fulvia HF, della successiva e fantastica Stratos e della potentissima 037.

La Fulvia Coupè nacque nel lontano 1965. La versione HF (High Fidelity) vinse nel 1972 il Campionato Internazionale Rally, challenge antesiniano del WRC. Nel 2003 è stata presentata la versione Concept di cui la foto sotto, presa dal video Youtube di Concept Car. Il progetto è stato, però definitivamente annullato con la crisi del brand.

Riproporre la Fulvia sarebbe un esperimento senza dubbio di successo per gli appassionati. Dubitiamo che l’auto possa rinascere viste le poche vendite che riscuotono le piccole sportive con prestazioni e prezzi accessibili. Si rischierebbe di fare la stessa fine della Fiat 124.

La Lancia Stratos è stata la sportiva che ha rimpiazzato la Fulvia Coupè HF. Per lei tre mondiali di rally vinti, dal 1974 al 1976. Una vettura basata su meccanica Ferrari che ha fatto la storia dell’automobilismo mondiale. La linea a cuneo disegnata da Bertone unita ad un sound inconfondibile hanno fatto impennare i prezzi di vendita negli ultimi anni. Una Stratos da gara dell’epoca può sfiorare oggi il milione di euro.

Negli ultimi anni, a partire dal 2010, è nata la versione moderna della Stratos. Dal disegno di Pininfarina del 2010 si è arrivati alla produzione di nicchia della Manifattura Automobili Torino. Ecco la New Stratos realizzata in soli 25 esemplari. Rivederla come auto marchiata Lancia nei prossimi anni sarà comunque impossibile.

Una terza sportiva, sarebbe la ciliegina sulla torta tra i modelli da riproporre per i nostalgici. Parliamo della Lancia 037, vincitrice del mondiale rally 1983. Di lei si parla spesso sia per la linea e per le prestazioni, ma anche per la tragedia di Attilio Bettega, scomparso nel 1985 proprio alla sua guida. La vettura è stata riproposta nel 2015 dal designer Emre Husmen di cui inseriamo di seguito il link alle sue pagine Instagram e Behance:

Ad oggi anche la 037 sarebbe un azzardo, trattandosi di un’auto realizzata puramente per le corse.

LANCIA, PALADINA DI AMMIRAGLIE

La Lancia Gamma, ma soprattutto la Flaminia e la Thema sono state auto di classe che hanno rappresentato un’epoca. La Gamma fu l’ammiraglia prodotta tra il 1976 ed il 1984. Di lei sono state realizzate la berlina e la coupè. Ad oggi non è minimamente nei futuri piani del marchio un modello simile. Ecco come la immagina il designer Damor 85 nel concept proposto nella sua pagina Youtube:

Linee pulite, che farebbero scalpore, ma che rimarranno un render da far girare la testa solo davanti allo schermo del proprio pc. La stessa sorte toccherà alla celebre Flaminia, diventata anche auto del Presidente della Repubblica Italiana e prodotta tra gli anni ’50 e ’60.

Auto Bild ha riproposto una versone con il design odierno. Un bell’esempio di stile che rimarrà putroppo tale. Infine ecco la nuova Lancia Thema.

L’immagine è presa dal canale Youtube di Damor 85. Ad oggi, grazie alla nascita della DS 9, semba essere uno dei modelli che potrebbe arrivare a listino.

Non se ne parla prima del 2023-2024, ma qualche timida speranza potrebbe esserci. Ovviamente vi terremo aggiornati sugli sviluppo del marchio lancia nei prossimi anni.