Entro il 2022 Skoda ha annunciato l’arrivo di ben 10 modelli elettrici. Entro il 2025 il costruttore Ceco ha detto che vorrà arrivare al punto che oltre il 25% delle sue vendite sarà rappresentato da veicoli a batteria ed ibridi plug-in. A brevissimo, molto probabilmente al salone di Ginevra, arriverà il primo suv elettrico di Casa Skoda. L’auto si chiamerà Skoda Enyaq. Il nome non è stato scelto a caso, ma assume un ben preciso significato.

Il termine “Enya” deriva dal gaelico irlandese “Eithne” e significa “fonte di vita”. La “E” iniziale va inoltre e ricordare che si tratta di una vettura elettrica. La “Q” finale riprende inoltre i nomi utilizzati per i suv di Casa Skoda: Kodiaq, Karoq e Kamiq. La Skoda Enyaq sarà la prima vettura elettrica del marchio progettata sulla piattaforma modulare MEB destinata alle vetture a batteria di nuova generazione. L’impegno in termini economici del brand sarà di ben 2 miliardi di euro nel corso dei prossimi 12-15 mesi, solo per la mobilità elettrica.

La Skoda Enyaq sarà un suv di medie dimensioni. La lunghezza dell’auto dovrebbe essere attorno ai 460-465 cm. L’altezza sarà inferiore ai 165 cm, mentre la larghezza sarà vicina ai 190 cm. Il passo dovrebbe superare i 275 cm garantendo all’auto un’ottima abitabilità per 5 persone. La linea sarà quella tipica di un suv coupè, con montanti posteriori e lunotto molto inclinati. Nel frontale avremo il nuovo profilo della classica mascherina Skoda, questa volta piena, destinata ai modelli a batteria.

Tanta la tecnologia sulla Skoda Enyaq come la strumentazione totalmente digitale, gli interni minimalisti con maxi schermo da 10-12 pollici per controllare quasi tutte le funzioni ed il sistema di infotainment. Tanti anche gli ADAS di serie. Per gli esterni avremo proiettori Full LED con possibilità di adottare la tecnologia Matrix LED. I cerchi saranno di dimensioni generose comprese tra 17 e 20 pollici.

La Skoda Enyaq sarà sicuramente disponibile a trazione integrale con l’accoppiamento di due propulsori elettrici per un totale di 306 CV. Il pacco batterie sarà da 77 kWh con un’autonomia che potrebbe sfiorare i 500 km. Prestazioni di circa 170 km/h autolimitati di velocità massima e circa 6,5 secondi per lo 0-100. Potrebbe arrivare anche una versione base con il solo motore da 204 CV e due sole ruote motrici, dotata di batterie da 58 kWk e poco più di 400 km di autonomia.

Le vendite della Skoda Enyaq inizieranno indicativamente entro la fine del prossimo autunno con un prezzo d’attacco che dovrebbe essere attorno ai 42-43 mila euro per la possibile versione a due ruote motrici. Se ci sarà solamente la variante integrale la cifra da sborsare sarà vicina ai 55.000 €.