Al Salone di Ginevra 2019, tra le novità per FCA, figura la concept Fiat Centoventi la quale offre concrete informazioni sul futuro design della nuova Fiat Panda. Il nome del concept Fiat Centoventi, inedito per tutti, va ad indicare il 120° anniversario del marchio italiano.

La Fiat Centoventi punta soprattutto ad un pubblico giovanile, integrandosi bene con l’avanzamento tecnologico. La prima importante novità è rappresentata dalla motorizzazione elettrica. Altre versioni non sono state annunciate, ma presumibilmente sulla Centoventi finale, alias nuova Fiat Panda, troveremo anche unità a benzina.

La batteria adotta una soluzione che nessun produttore ha ancora messo in atto ovvero la modularità. Quest’idea permetterebbe di aggiungere pacchi batteria anche dopo il suo acquisto o la possibilità di sostituzione. Si tratta infatti di un set di batterie che assicurano la massima flessibilità di gestione. Di serie, la vettura propone una batteria con un’autonomia di 100 km. Ma se vi è la necessità di una maggiore autonomia, è possibile acquistare fino a 4 batterie addizionali, con incrementi di 100 km ciascuna. In totale, si può raggiungere un’autonomia di 500 chilometri.

La carrozzeria è piuttosto squadrata e spigolosa e lo stesso criterio di design vale per la plancia, che si sviluppa in orizzontale ed è facilmente personalizzabile. La parte centrale di quest’ultima è traforata per infilarvi vari supporti. E’ previsto inoltre un appoggio adibito ai tablet, che prendono il posto del sistema d’intrattenimento. La Centoventi è dotata inoltre di uno schermo da 10” per la strumentazione, opzionale c’è anche un display da 20”. La personalizzazione non si ferma agli interni bensì garantisce una vasta scelta anche nei dettagli esterni.

La Fiat Concept Centoventi è descritta come una “tela bianca” pronta per essere dipinta secondo i gusti e le esigenze del cliente, senza alcun vincolo di personalizzazione legato allo specifico momento dell’acquisto. Sarà infatti prodotta in una sola livrea che, attraverso il programma “4U”, potrà essere personalizzata scegliendo tra 4 tettucci, 4 paraurti, 4 copriruota e 4 pellicole esterne. È proprio questo uno dei punti di forza del concept: non dover più attendere nuove serie speciali o facelift. Il tutto reso ancora più rivoluzionario dalla presenza al lancio di 120 accessori aggiuntivi.

Quelle che potrebbero essere le personalizzazioni della Centoventi

Principali dati tecnici di Fiat Concept Centoventi

  • Lunghezza: 3680 mm
  • Altezza: 1527 mm
  • Larghezza: 1740mm (con specchietti 1846 mm)
  • Passo: 2430 mm
  • Sbalzo anteriore: 658 mm
  • Sbalzo posteriore: 592 mm

Con questo modello Fiat sembrerebbe aver creato un’auto italiana finalmente al passo con i tempi e potenzialmente una best seller. Ma le informazioni rilasciate per il momento sono piuttosto povere. Non sono presenti notizie su una possibile tabella di marcia, quindi non si ha la certezza sul se, e quando, la Centoventi arriverà alla produzione. In ugual modo non sono state rivelate altre caratteristiche tecniche, e nemmeno un ipotetico costo.

La Fiat Centoventi è comunque un importante studio sia in termini di design che tecnologici come base per la nuova Fiat Panda. Da questa concept capiamo già che il nuovo modello della storica utilitaria italiana avrà una maggiore abitabilità interna. Dovrebbero crescere di qualche cm la lunghezza, ma soprattutto (Centoventi docet) saranno maggiori passo e larghezza.

Senza dubbi l’ingente investimento di FCA per i modelli futuri farà anche sì che la nuova Fiat Panda si dimostri un’auto anche sicura. FCA deve evitare le ultime figure non proprio eccelse fatte nei crash test di dicembre con Panda e Wrangler. Infine segnaliamo in maniera positiva come finalmente in FCA si cominci a puntare sulla mobilità elettrica.

Di questo passo il Gruppo italiano colmerà in fretta il gap con gli altri costruttori. La nuova Fiat Panda probabilmente vedrà a listino anche una versione a batterie oltre a quelle a benzina (1.0 Firefly e 0.9 Twin Air) e mild-hybrid. Non mancheranno, a quanto sembra, anche le consuete motorizzazioni bi-fuel a GPL ed a metano. L’arrivo previsto sarà dopo la metà del 2020.