Il mercato dell’auto sta attraversando un periodo di crisi dovuta all’epidemia da Coronavirus. Le vendite sono crollate nettamente a partire da marzo. Fiat e tutto il gruppo FCA (come tutti del resto) stanno vivendo un periodo difficile. Già da prima, però, la situazione era quella di un parziale stallo. Quali i motivi? Molti consumatori stanno temporeggiando sull’acquisto di una nuova vettura poichè quanto offerto dai vari brand a listino sta creando parecchia confusione.

I motori a gasolio vengono additati come inquinanti, quindi in molti li stanno snobbando. La tecnologia elettrica ha dei costi attualmente roppo elevati e presenta l’ulteriore problema delle ricariche. In parte lo stesso discorso vale per l’ibrido plug-in. Rimangono i carburanti alternativi (metano e gpl), anche se l’offerta non è molto ampia. E poi restano l’ibrido convenzionale (o micro) ed il benzina. Insomma la scelta ad oggi è ardua. In forte crescita sono comunque le vetture ibride.

Vediamo di seguito Fiat e FCA quali prodotti lanceranno nel campo delle auto ibride sino a fine 2021.

NUOVI MODELLI IBRIDI FIAT

Il 2020 è iniziato con l’arrivo della Fiat 500 micro ibrida con il nuovo 1.0 Firefly aspirato da 70 CV. Lo stesso propulsore è da poco disponibile sulla Fiat Panda, che sarà oggetto anche di restyling nei prossimi mesi. Per chiudere in bellezza il 2020 ci saranno nuovi modelli ibridi a listino, con il logo Fiat. Stiamo parlando della Fiat 500L il cui facelift dovrebbe arrivare entro l’estate e proporre il 1.3 aspirato da 101 CV con tecnologia micro ibrida ed il più potente 1.0 T3 turbo da 120 CV con lo stesso sistema, per contenere consumi ed emissioni.

Entro giugno, anche se le vendite inizieranno poi in autunno, avremo il debutto della tecnologia ibrida sulla nuova Fiat Tipo. La segmento C italiana, ma costruita in Turchia, proporrà gli stessi due motori già citati per la 500L. In più potrebbe arrivare una potente versione 1.3 T4 da 150 CV sempre con tecnologia micro ibrida a 48 V. La nuova Fiat Tipo sarà proposta anche in versione Cross.

A cavallo tra il 2020 e l’inizio del 2021 arriveranno i motori micro ibridi a 48 V sulla Fiat 500X. Propulsori con potenze da 101 CV a 150 CV e calo di emissioni e consumi compreso tra il 15 ed il 25 % a seconda delle potenze scelte. Nel 2021 poi non ci aspettiamo ulteriori novità per Fiat nel campo dei modelli ibridi.

NUOVI MODELLI IBRIDI ALFA ROMEO

Alfa Romeo sarà il brand di FCA più interessato dall’ibridizzazione. L’introduzione di questa tecnologia sarà concentrata nel 2021. Il 2020, dal punto di vista delle novità, dovrebbe essere terminato con l’arrivo della Giulia GTA. Potremmo vedere la Tonale in vesti definitive entro fine anno, ma si traterà solo di una comparsa, poichè il modello sarà in vendita nella seconda metà del 2021.

Il prossimo anno sarà quello del debutto della tecnologia micro ibrida a 48 V su Giulia e Stelvio. Sarà equipaggiato con questo sistema il 2.0 turbo da 200 e da 280 CV sia sulla berlina che sul suv.

Sull’Alfa Romeo Tonale, invece, avremo l’introduzione delle versioni ibride plug-in. Dovrebbero esserci i motori da 190 e da 240 CV che a breve vedremo sulle Jeep Renegade e Compass. Anche la versione top di gamma (Veloce) della Tonale con 330 CV sarà ibrida. Il C-suv di Arese sarà dotato anche di motori Firefly micro ibridi con 120, 150 e 180 CV.

L’evoluzione successiva della gamma di Alfa Romeo è ancora parzialmente in incognita. Sarà da vedere se nel B-suv Brennero, previsto per il 2022, sarà adottata la tecnologia FCA o di PSA.

NUOVI MODELLI IBRIDI LANCIA

Per Lancia non c’è molto da dire. Dopo l’arrivo, sulla Ypsilon, dello stesso propulsore micro ibrido da 70 CV di cui abbiamo parlato prima per Fiat, non ci sono altre novità in vista. La svolta si avrà nel 2022 con la nuova Ypsilon ed un B-suv. Entrambi questi due modelli potrebbero debuttare con piattaforma e motori made in PSA. Ma ne riparleremo.