Si parla molto in questi giorni della possibile alleanza tra FCA e Renault. Analizzando da vicino ciò che propone il marchio francese (insieme a Dacia e Nissan) oggi a listino e quello che propongono i brand di FCA emerge una differenza abissale per quanto riguarda il segmento B. I marchi di Renault, Nissan e Dacia propongono tutti delle vetture lunghe poco più di 4 metri di grande successo. Parliamo di Renault Clio, di Nissan Micra e di Dacia Sandero. Tutt’altra storia in casa FCA. Fiat ha da quasi un anno messo fine alla produzione della Punto, stessa cosa ha fatto Alfa Romeo con la Mito. In questo segmento per FCA rimane solo la sempreverde Lancia Ypsilon.

Se davvero andrà in porto la fusione tra Renault ed FCA si potrebbe riaprire la speranza per molti appassionati di vedere nuovamente a listino al Fiat Punto. Per progettare un modello competitivo, di qualità che possa vendere molto in Europa, Fiat ha bisogno di manforte da parte di un alleato. Renault sarebbe proprio il partner ideale. Tutto grazie alla collaudata piattaforma CMF-B della nuova Clio. Su di essa nasceranno anche la nuova Sandero e la Renault Captur nel 2020.

Proprio su questa piattaforma potrebbe rinascere la Fiat Punto, auto che sarebbe fondamentale per riprendere quote di mercato in Italia ed in Europa. Su questa piattaforma potrebbero essere applicati forse anche i nuovi motori Firefly. In cambio Fiat potrebbe garantire alle medio-piccole di Renault la tecnologia micro ibrida.

Stiamo ancora parlando di ipotesi, ma per Fiat è necessario rientrare al più presto nel segmento B. Un settore troppo importante che non dovrebbe essere lasciato scoperto da un marchio generalista come quello torinese. Se la fusione proposta da FCA ai vertici di Renault andrà in porto,la nuova Fiat Punto potrebbe rinascere nel 2021.

E dalle sinergie tra i due gruppi potrebbero anche nascere le versioni elettriche di Clio e Punto, due prodotti che potrebbero essere venduti ad un prezzo inferiore alle avversarie dirette del gruppo PSA (Opel Corsa e Peugeot 208) e del gruppo Volkswagen. La nuova Punto verrebbe prodotta come sempre detto dai vertici di Fiat a Pomigliano. L’auto potrebbe essere lunga appena meno di 410 cm ed adottare motorizzazioni sia a benzina che a gasolio con potenze da 70 a 130 CV.

Vi terremo aggiornati non appena avremo novità. La proposta di alleanza è in fase di valutazione in questi giorni da parte dei vertici del brand francese. Una risposta si avrà non prima di una settimana o dieci giorni. Quello che si vuole è un piano che possa essere vantaggioso per tutti i marchi e che non porti benefici solo ad una delle due parti. Intanto Nissan rimane quasi in una posizione di stand-by in questi giorni. I vertici del marchio giapponese devono ancora capire se l’alleanza porterà benefici anche a loro o se Nissan sarà relegata in secondo piano con l’arrivo di FCA.