Sempre più voci si rincorono da qualche mese a questa parte secondo le quali il marchio Lancia avrà un futuro. La Ypsilon otterrà entro i primi mesi del 2020 la nuova motorizzazione 1.0 Firefly da 72 CV anche con tecnologia micro ibrida. Questa miglioria darà nuova linfa alle vendite, già fortemente in positivo nei primi 9 mesi del 2019.

Anche a settembre Lancia ha fatto segnare un + 23,51 % con 4.156 Ypsilon vendute in Italia. Il progresso dall’inizio dell’anno si attesta quasi al 30 % con 45.661 vetture commercializzate. Il 2019 potrebbe essere chiuso vicino quota 60 mila. Sfruttando l’assenza di vetture italiane di segmento B anche per tutto il 2020 (né la Punto, né la Mito saranno rimpiazzate a breve) e con l’arrivo del nuovo motore, Lancia potrebbe puntare a crescere di un altro 10-15 %. Si arriverebbe così attorno alle 70 mila unità, un bel traguardo a discapito delle voci che circolavano un anno fa di un fallimento della Casa.

Il 2021 sarà poi un altro anno cruciale. Dovrebbe arrivare infatti la nuova Lancia Ypsilon, più grande ed innovativa. L’auto adotterà motori a benzina di ultima generazione, dotati anche di tecnologia micro ibrida. La vettura crescerà sino a quasi 4 metri di lunghezza migliorando le doti di spazio a bordo. L’auto potrebbe continuare ad essere prodotta in Polonia nelle versioni a benzina. Se ci sarà una Lancia Ypsilon elettrica, questa sarà fabbricata a Mirafiori.

Ricordiamoci, però, che siamo in un’epoca nella quale i suv la fanno da padrona. Con il 2022, anno in cui dovrebbe debuttare la nuova Fiat 500X, in FCA stanno pensando di dare vita ad un modello parallelo, leggermente più piccolo, con marchio Lancia. Il nome di questo b-suv che vedremo probabilmente tra fine 2022 ed inizio 2023, sarà Lancia Musa. Di seguito una concept Lancia, non un modello ufficiale, che però potrebbe essere d’ispirazione per il nuovo suv:

https://twitter.com/ilovelancia/status/839537842602795008

Con questa vettura per il marchio torinese potrebbero riaprirsi le porte dei mercati extra nazionali, con  l’obiettivo di farsi rivedere in Europa.  Il suv Lancia Musa potrebbe essere lungo attorno ai 420 cm, con abitacolo per 5 persone e 400 litri circa di vano di carico.

Motori a benzina Firefly da 100 a 150 CV ed una possibile versione ibrida ricaricabile da 160-180 CV. L’auto avrà un abitacolo piuttosto lussuoso e personalizzabile in stile Lancia Ypsilon. Saranno realizzate diverse versioni personalizzate da stilisti e designer nazionali, per infondere lo stile made in Italy nell’auto. Niente trazione integrale, ma solo anteriore con cambio manuale o automatico.

Con la nuova Ypsilon e con questo suv, se arriverà davvero, Lancia potrebbe tornare su quote di mercato a lei consone. Un marchio del genere, con la sua storia e la sua gloria, dovrebbe vendere almeno 200 mila vetture all’anno. Staremo a vedere, ma con la certezza che solo con la nascita di nuovi modelli di qualità (e con decisi investimenti) Lancia potrà tornare grande.