La è la media del segmento C del marchio italiano in vendita dalla fine del 2015. Progettata inizialmente per i mercati dei paesi emergenti (Medio Oriente in primis) è stata dapprima lanciata in versione sedan a tre volumi, più appetibile in quei paesi. Visto il successo e vista la mancanza di una segmento C, si è deciso poi di puntare anche sulla due volumi e sulla station wagon che hanno fatto salire di molto le vendite in Europa Occidentale. Oggi la tipo è venduta in circa 40 paesi nel mondo.

La Tipo è stata progettata a Torino, ma è prodotta negli stabilimenti turchi della Tofas (Bursa), di proprietà Fiat. Nei mercati emergenti la vettura è denominata Aegea. Ad oggi in Italia l’auto è disponibile nelle versioni a tre volumi (sedan), a due volumi e station wagon. La 4 porte è lunga 453 cm ed ha un bagagliaio di 520 litri, la due volumi misura 437 cm ed ha una capacità di carico di 440 litri, mentre la sw, lunga 457 cm può contenere fino a 550 litri nell’ampio vano di carico. I motori presenti in commercio oggi sono a benzina ed a gasolio.

L’intera gamma della Fiat Tipo è oggi omologata 6d-temp. Alcune versioni dotate del 1.4 T-Jet a benzina da 120 CV rientrano nella prima fascia dell’ecotassa poiché emettono più di 160 g/km di CO2. La gamma della Fiat Tipo è stata da poco rivista con nuovi contenuti tecnici e con l’arrivo di inediti allestimenti. Presenti in commercio oggi le versioni Pop, Street, Mirror, Easy, S-Design, Lounge e Sport (solo per 2 volumi).

Nata circa 3 anni e mezzo fa, la Fiat Tipo si appresta a festeggiare quello che per un po’ tutti i modelli è il traguardo di metà carriera. Proprio a febbraio la segmento C italiana ha festeggiato le 500 mila unità prodotte. Il 2019 dovrebbe essere quindi un anno cruciale per questo modello. Nel piano di investimenti per l’Italia di Fiat non se n’è mai parlato. Cosa succederà adesso per la Fiat Tipo?

Arriverà il tanto sospirato restyling? Arriveranno nuove versioni? O l’auto terminerà anticipatamente la propria carriera? Ancora non ci sono informazioni certe sugli investimenti di FCA e sui progetti futuri per Polonia, Serbia e Turchia. Sembra, però, che un restyling della Fiat Tipo non debba arrivare almeno a breve. Il numero uno di Fiat Olivier Francois ha precisato proprio a Ginevra che la Fiat Tipo è un modello importante per la Casa italiana. Ma nessuna parola è stata spesa in termini di restyling. Le cose certe sono che, in assenza di una vettura di segmento B (Punto), la Tipo ne prende il posto e lo farà anche per gli anni a venire.

Fiat tenta così di rimpiazzare la compatta con una vettura più grande e dai contenuti di maggior appeal per le famiglie. Un restyling, però, sembra lontano anche se Fiat crede nell’auto. Nel 2018 la Tipo è stata venduta in Italia in oltre 40 mila esemplari con un ottavo posto generale tra i modelli più venduti. L’auto per rimanere competitiva, però, avrebbe bisogno entro la fine dell’anno di un facelift. La media italiana necessiterebbe di maggior tecnologia (specie in fatto di sicurezza) e di un design rivisto.

Niente di tutto ciò, a quanto pare, però, ci sarà. Scongiurato, però, è anche il rischio di una fine carriera anticipata. La Fiat Tipo continuerà ad essere prodotta almeno sino al 2022-2023. La nuova vettura segmento B di Fiat non arriverà dunque prima del 2022. La Tipo ne prende il posto con un prezzo che nel tempo andrà via via a scendere in modo da rimanere competitiva nelle vendite. Insomma la carriera della Fiat Tipo si prevede piuttosto lunga.

La strada intrapresa per questo modello potrebbe essere la stessa dell’ultima Fiat Punto, rimasta in commercio per oltre una dozzina d’anni. Non aspettiamoci tempi così lunghi anche per la Tipo, ma si andrà sopra quei 7-8 anni di durata media delle carriere delle auto di segmento C. Saranno proposte, comunque, nel corso dei prossimi mesi ed anni delle nuove versioni e degli aggiornamenti tecnologici. Difficilmente arriveranno nuove motorizzazioni.

Le modifiche alle linee produttive per inserire i nuovi motori Firefly nella Fiat Tipo sarebbero troppo dispendiose allo stato attuale. Questa si rivelerebbe una mossa controproducente ai fini del contenimento del prezzo finale della Tipo. Non aspettiamoci nemmeno versioni sportive. La Fiat Tipo Abarth, per quanto sappiamo oggi, non si farà. Oltre il 2022-2023 non ci spingiamo anche perchè andremmo a fantasticare più che fornire notizie vere. Non si sa ad oggi se a fine carriera la Tipo sarà rimpiazzata o se cesserà di esistere senza un’erede.